lunedì 28 gennaio 2008

Cenci o chiacchiere

Nel periodo di carnevale, in ogni casa italiana, non possono mancare questi caratteristici dolcetti.
I nomi sono i più fantasiosi, dalle mie parti vengono chiamati cenci e la loro ricetta non è molto leggera.



Ingredienti

2 uova
1 pizzico di sale
100 gr di Vin Santo
la scorza grattugiata di mezzo limone e mezzo arancio
100 gr di zucchero
50 gr di burro
20 gr di strutto
6 gr di lievito chimico per dolci
aroma di vaniglia
600 gr di farina 00

1 litro e mezzo di olio per friggere
zucchero vanigliato per cospargere il prodotto finito

Preparazione


Iniziare a lavorare le uova con gli ingredienti nell'ordine indicato, il burro deve essere molto morbido.
Aggiungere la farina un po' alla volta fino ad ottenere un impasto non appiccicoso e di giusta consistenza, non è necessario utilizzarla tutta.


Coprire a campana e far riposare per almeno 30'.

Stendere l'impasto con il matterello o con la macchinetta sfogliatrice come per la pasta all'uovo.
Con la rotella dentata tagliare prima a strisce lunghe, poi a losanghe nella misura desiderata.


Friggere i cenci un po' alla volta in una larga padella contenente abbondante olio ben caldo.


Cuocere velocemente fino ad ottenere il colore desiderato, saranno sufficienti pochi secondi.


Toglierli dall'olio con una schiumarola (saranno ancora morbidi) ed appoggiarli su carta assorbente per asciugare l'olio eccedente.
Infine da freddi, appoggiarli delicatamente sopra un vassoio e spruzzarli di zucchero vanigliato.

Versione Bimby

Nel boccale mettere lo zucchero con la scorza del limone e dell’arancio, 10 sec./vel. 10 e raccogliere sul fondo.
Unire 500 gr di farina e tutti gli altri ingredienti, 20 sec./vel.5.
Togliere l’impasto, formare una palla, avvolgerla con pellicola e far riposare per almeno 30’.


Stendere l'impasto con il matterello o con la macchinetta sfogliatrice come per la pasta all'uovo, usando se necessario la farina rimasta.
Con la rotella dentata tagliare prima a strisce lunghe, poi a losanghe nella misura desiderata.

Friggere i cenci un po' alla volta in una larga padella contenente abbondante olio ben caldo.
Cuocere velocemente fino ad ottenere il colore desiderato, saranno sufficienti pochi secondi.

Toglierli dall'olio con una schiumarola (saranno sempre morbidi) ed appoggiarli su carta assorbente per asciugare l'olio eccedente.
Infine da freddi, appoggiarli delicatamente sopra un vassoio e spruzzarli di zucchero vanigliato.

16 commenti:

Patrizia ha detto...

Bruchina, il tuo blog è bellissimo, si respira aria di casa.
Un abbraccio
Patry (pat2910)

bruchina ha detto...

Grazie!!!
Il tuo commento mi fa veramente piacere!!!
ciao

sfogliatrice ivana ha detto...

Ciao Roberta
approfitto per salutare Pat2910.
Come si mettono i link? Volevo mettere il tuo nel mio fatto ieri l'altro...
Il mio link sarebbe questo...non so neppure se funziona e se ho già la visibilità!

http://cucinariodinonnaivana.blogspot.com/

Ciao e buon lavoro!!!

ivana

Armanda ha detto...

ciao bellissimo complimenti!ciao army

Laura ha detto...

E se permetti anche io mi associo ai complimenti!! Il tuo blog è piacevole e le tue ricette sono sempre una garanzia.Ciao cara e a presto!

bruchina ha detto...

Bravissima Ivana!!!

Ero più che sicura che in questi giorni di silenzio, ti stavi preparando a questo tipo di sorpresa...

Ho già messo il tuo link nel mio blog, se tu vuoi fare altrettanto, vai su "personalizza", poi sulla destra come hai messo il profilo, fai "aggiungi altro elemento alla pagina" e aggiungi i link che vuoi.

ciao e buon lavoro anche a te

bruchina ha detto...

Grazie anche a te Army!!!

bruchina ha detto...

Grazie Laura, questo tuo messaggio mi fa un enorme piacere..
ciao a presto

sfogliatrice ivana ha detto...

Grazie Roberta,

preso subito nota...corro a mettere il tuo!!!
Ciao!

bruchina ha detto...

Se hai difficoltà sono qua

sfogliatrice ivana ha detto...

poi non ci sono riuscita!!!
il link è' scritto nella finestra dove ti ho registrata ma non va nella pagina iniziale...boh!
Ci sentiamo!!!!

bruchina ha detto...

Lo hai salvato???

Anonimo ha detto...

sai benissimo la mia passione per i dolci....e questi cenci sono uno spettacolo solo a vederli!!!!
Un abbraccio e ....continua così, il tuo blog sta crescendo alla grande!
Francy

bruchina ha detto...

Anche tu ho visto che non scherzi!!!
I miei cenci comunque, non sono molto diversi da quelli che tu chiami "sfrappole" penso che siano dolcetti fatti similmente in tutta Italia, con lievi sfumature.

maresa ha detto...

Roberta, bravissima.
Anche la slide sai fare!!
Rosenfrau

bruchina ha detto...

E' stata dura ma ce l'ho fatta...
grazie!!!